I criticoni delle cartoline di Cattelan

cartoline maurizio cattelanSorrido perché mi chiedo quante mostre di arte contemporanea abbiano visto quelli che, criticando le cartoline della serie Saluti da Rimini dell’artista Maurizio Cattelan, dicono “questa non è arte, l’arte è un’altra cosa”. Sorrido perché intanto l’arte contemporanea se la ride sardonicamente di fronte a tanta indignazione, dato che il suo scopo è proprio quello di non dare risposte ma generare quesiti, essere inaspettata e irriverente. Sorrido perché quelli che si lamentano delle cartoline di Cattelan ne sono stati probabilmente protagonisti in una fase della loro vita, tra esibizione di virilità e coperte di lattine di birra (e la coda di paglia, si sa, ce l’hanno in tanti). Sorrido perché coloro che dicono “questa non è Rimini” hanno contribuito a costruirne il preciso mito della Rimini vitellona, luogo per l’eros e la superficialità, negli anni 70, 80 e 90, e c’è poco da lamentarsi se nei visitatori di oggi è rimasta ancora questa percezione. Volete una Rimini diversa e riconosciuta per la sua potenza culturale, paesaggistica, enogastronomica e imprenditoriale? Datevi da fare esattamente come vi siete impegnati a flirtare con le tedesche e le polacche, e non aspettate che cali sempre tutto dall’alto. Chi si indigna lo fa perché si riconosce in queste cartoline ma non ha il coraggio di ammetterlo.

saluti rimini maurizio cattelan patatine fritte

Annunci

Cosa ne pensi?

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...